Il plantare è uno dei dispositivi più importanti e più utilizzati in ambito ortopedico. Esso è necessario per aiutare a correggere un difetto di postura, ma anche a rendere confortevole l’utilizzo di determinate calzature.

plantari3

I plantari sono dispositivi ortopedici che modificano i rapporti articolari del piede allo scopo di ottenere un riequilibrio morfo-strutturale dell’arto durante l’appoggio, sia in fase statica che in fase dinamica. La loro azione viene esercitata sulla pianta del piede.

I plantari possono essere correttivi, antalgici, biomeccanici.

I plantari correttivi permettono di ottenere la correzione di alcune problematiche fisiologiche, come ad esempio il piede piatto

I plantari antalgici sono terapeutici e vengono utilizzati per ridurre il dolore provocato da una determinata patologia posturale

I plantari biomeccanici servono a ristabilire la corretta funzionalità del passo. Sono senza dubbio i plantari più complessi da realizzare e richiedono l’intervento mirato del Tecnico Ortopedico

 

plantari

I sistemi di realizzazione CAD/CAM permettono una fedele riproduzione in 2D e in 3D semplicemente avviando un software che gestisce la scansione del piede del paziente.

Tale processo consente di ridurre la documentazione prodotta e di creare un archivio di master base di elementi correttivi e/o di plantari standard su i quali poi verranno applicate le necessarie modifiche e ‘customizzati’ i presidi ottenuti.

Quando lo scanner entra in funzione legge esattamente nella sua tridimensionalità la forma del piede e ne interpreta ogni dettaglio fisiologico. Fornisce al Tecnico Ortopedico tutte le preziose informazioni per la correzione del plantare in funzione delle caratteristiche biomeccaniche del paziente e permette di riprodurre il dispositivo in caso di usura, smarrimento o necessità di ricambi.

L’esame del piede avviene mediante una pedana baropodometrica dotata di sensori di pressione in grado di analizzare i carichi sia in statica che in dinamica dell’appoggio plantare.

Le rilevazioni acquisite vengono importate automaticamente nel software di progettazione CAD per eseguire direttamente su di esse il progetto dell’ortesi plantare “su misura”.

Con l’ausilio di un programma di modellazione 3D, il Tecnico Ortopedico è in grado di apportare qualsiasi correzione idonea alla patologia del paziente sulla base dei dati ottenuti dall’esame baropodometrico.

Il software, terminata la scansione, invia i dati acquisiti ad una fresa robotica che in tempo reale realizza il paio di plantari finito.

I materiali utilizzati sono tutti bio-compatibili e aiutano la normale traspirazione del piede anche in condizioni di frequente utilizzo.

plantari4